Firefox, 400 milioni di download: Così l’open source minaccia Explorer

Posted on settembre 10, 2007. Filed under: News |

ROMA – Firefox festeggia. Il browser open source della Mozilla Foundation è stato scaricato 400 milioni di volte ed è al momento utilizzato dal 14,54% degli utenti di internet (nel 2005 non raggiungeva neanche il 9%). Un risultato straordinario per il giovane browser – nato nel 2004 – che continua a guadagnare consensi e a minacciare il dominio di Internet explorer che da parte sua detiene il 78,67% del mercato. In questi giorni Firefox è scaricato in media 500 mila volte al giorno.

Forte il radicamento in Europa. Secondo il dati diffusi da XiTi Monitor, Firefox avrebbe in pugno il 28% del mercato europeo. L’anno scorso si era fermato al 21%. Quindi, in appena un anno, nel vecchio continente, ha sottratto sei punti percentuali al browser Microsoft. L’Italia è in media con i dati mondiali, il dato si attesta infatti intorno al 14%. Ma gli utenti italiani che scelgono Firefox sono in costante aumento.

Nel 2005 i download erano 100 milioni. Appena due anni fa i supporter di Firefox avevano annunciato i 100 milioni di download e oggi si ritrovano a celebrare un risultato che supera anche le più rosee aspettative. “Nemmeno le più potenti aziende al mondo possono impedire alla gente di avere un’esperienza di navigazione migliore, più sicura e più veloce”, si legge su spreadfirefox.com. Addirittura, secondo le statistiche diffuse da alcune società, in paesi come Slovenia e Finlandia il browser di Mozilla Foundation starebbe per raggiungere il 50% della diffusione tra gli utenti. Dati che fanno riflettere dato che la prima versione del browser, Firefox 1.0, è stata rilasciata appena nel 2004, dopo un paio d’anni di test.

Dubbi sulla sicurezza. Non tutti sono però convinti della qualità di navigazione offerta dal browser della “volpe di fuoco”. Due ricercatori, Billy Rios e Nate McFeeters, sono convinti del fatto che le vulnerabilità che affliggevano la vecchia versione di Firefox siano ancora oggi presenti nel browser e che siano allo stesso modo pericolose per gli utenti. Un problema che consentirebbe a un malintenzionato di rubare dei dati senza che l’utente sappia nulla. Rios e McFeeters non hanno voluto rilasciare maggiori informazioni a riguardo in quanto hanno creduto fosse più corretto avvertire il team di sicurezza di Mozilla ed eventualmente aiutarli a risolvere i problemi.

Il futuro. Gli autori di Firefox restano ottimismi e ripongono molte speranze nella prossima versione 3 del programma, nome in codice “Gran Paradiso”, le cui prime beta dovrebbero essere rilasciate entro la fine dell’anno. Al di là di qualche incidente di percorso, i popolo dell’open source crede quindi fortemente nel suo browser e si dichiara entusiasta delle possibilità di navigazione offerte e del successo che riscuote. Un risultato ancora più apprezzabile alla luce del fatto che fino a pochi anni fa si riteneva impensabile che avrebbe rappresentato una valida alternativa al browser di Microsoft.

Fonte. 

Make a Comment

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: